Carnevale: come scegliere i costumi per bambini

Lo shopping online può offrire interessanti opportunità di risparmio purché si attuino opportuni accorgimenti.

La categoria maggiormente a rischio di spiacevoli sorprese è senza dubbio l’abbigliamento, in particolare quello per bambini necessita maggiori attenzioni nella scelta della taglia.

Valutiamo accuratamente il caso specifico della scelta dei costumi da bagno per bambini.

 

Scelta della taglia

 

Per quanto riguarda la scelta della taglia è necessario prestare particolare premura a due fattori: in primo luogo bisogna controllare la corrispondenza tra la taglia espressa in età e le corrispondenti misure riportate.

Non tutti i bambini infatti rispettano dei parametri universali di conformità alle grandezze di peso e altezza normalmente standardizzate, quindi è meglio essere prudenti e dedicare impegno nel rilevare le dimensioni richieste che, nella maggioranza dei casi, sono altezza e circonferenza della vita.

Un secondo elemento basilare è l’attenta valutazione della tabella delle taglie nel caso esse siano indicizzate rispetto al paese di provenienza. In tal caso troveremo elencate le proporzioni tipizzate per l’Europa (EU), l’America (USA) e l’Inghilterra (UK).

Un discorso a parte merita la corrispondenza di taglie nel caso di acquisti da siti la cui merce è di esclusiva provenienza cinese, in quanto le taglie asiatiche sono di gran lunga più minute rispetto a tutte le altre quindi sarebbe buona premura scegliere un costume di due taglie più grandi rispetto alla coincidente età.

 

Scelta del materiale

 

I materiali impiegati nel confezionamento di costumi da bagno per bambini sono soprattutto tessuti naturali come il cotone o elasticizzati come la lycra e e il lastex.

La preferenza per l’una o l’altra stoffa deve essere condizionata soprattutto dalle esigenze individuali nonché dall’eta del bambino.

vestiti di carnevale originali per bambiniNel caso stiamo acquistando un capo destinato ad un bambino molto piccolo o neonato è opportuno porre come priorità assoluta il benessere dell’infante.

Non è cosa rara, infatti, che i tessuti sintetici possano causare micosi, allergie, eritemi o sfoghi della pelle, problemi facilmente evitabili grazie all’utilizzo di capi fatti di materie prime naturali.

Il cotone, ad esempio, è noto per la sua alta traspirabilità che consente una buona aerazione delle parti del corpo coperte dal costume e la conseguente veloce asciugatura di quest’ultimo.

Per i bambini più grandicelli, invece, i tessuti elasticizzati offrono, senza alcun dubbio, il grande vantaggio della comodità.

Essi seguono i loro movimenti senza stringerli e costringerli, facendoli sentire liberi di correre e giocare sulla spiaggia senza impedimenti.

 

Scelta del modello

 

Per i maschietti possiamo variare nell’assortimento dei modelli scegliendo tra i boxer più larghi, i parigamba che, pur conservando la lunghezza del boxer, sono tuttavia aderenti e gli slip che hanno il privilegio di offrire un’esposizione maggiore ai raggi del sole.

Per le bambine, invece, l’alternativa agli slip, talvolta accompagnati da un top o un bikini, è il costume intero usato soprattutto per allenamenti di nuoto in piscina in quanto offre un minor attrito con l’acqua.

  • Aggiungi un commento